lunedì 14 ottobre 2019

Zuppa di ceci e porcini


Di Artemisia

Per tre persone.

Pulire a affettare non troppo finemente i porcini. Che siano tocchi che entrano nel cucchiaio.

Farli ben dorare in una padella dove avete messo un giro d'olio d'oliva sciogliendovi un cucchiaino di 'nduja. Tenerli da parte. Alla fine dovrete averne una bella tazzotta per ogni commesale.

Ceci: 250g circa, da cotti. Io ho usato quelli già cotti, sgocciolati.

In una padella mettere uno spicchio d'aglio, una foglia di alloro, una di salvia, un piccolo peperoncino.

Far dorare l'aglio, toglierlo, calare i ceci e i funghi, aggiungere acqua a coprire a filo (alla fine la zuppa non sarà brodosissima), sale, un pizzico di cannella in polvere, far andare fino a che i sapori non si sposano, una decina di minuti.

Cavar via alloro, salvia, peperoncino.

Mettere nelle scodelle una sottile fetta di pane casereccio tostato per ciascuno, su cui avete strofinato con leggerezza uno spicchio d'aglio (non arrivate all'antivampiro).

Versarvi su ceci e porcini con il loro brodo.

Spolverata di prezzemolo tritato.

In tavola pepe del Madagscar per chi ne sentisse il bisogno.

Confrontarla con Zuppa di porcini e ceci 1, maremmana. Toscana

Sul tavolo di Ottobre 2019. Piccoli spuntini dopo il cinema con Champagne e Amarone
 




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...