sabato 4 marzo 2017

Crema di ceci e spinaci


Artemisia segue suggestioni di Giovanni De Biasio

Aspettavo dieci amici e andavo di corsa. Per vari motivi, tra cui molte entrate e uscite dalla cucina che mi hanno fatto trovare al rientro impreviste trasformazioni operate da Teo, la ricetta di Giovanni - cercatela alla fine del post - è diventata quest'altra.  

Ceci:

Fare un soffritto di cipolla o porro e un dente d'aglio (la bellissima parola dente la devo a Giovanni).

Unirvi i ceci lessati, una carotina  e del sedano a pezzetti, sale e le spezie preferite (ho usato un mix casalingo dove metto di tutto, una teriaca), acqua a coprire (si fa sempre in tempo ad aggiungerne) e lasci cuocere. Frullare finemente.

Spinaci:

Far cuocere gli spinaci finché teneri in poca acqua (si fa sempre in tempo ad aggiungerne) con sale, pepe, zenzero in polvere; quando sono cotti aggiungere una noce di burro, parmigiano, e frullare finemente.

Versare un po' di crema di ceci in ogni ciotola; affiancarva la crema di spinaci. Farvi su un giro di olio d'oliva e.v. e uno di pepe nero appena macinato.

Sul tavolo di Febbraio 2017. La cena improvvisata: spararsi, o approfittarne.

Nota: ho usato ceci in barattolo, sei barattoli per dieci ciotole; e 1kg di spinaci surgelati. Dovevo fonteggiare dieci amici in arrivo rapido.  



La ricetta di Giovanni:

Fare un soffritto di cipolla o porro e un dente d'aglio.

Unirvi i ceci lessati, una carotina  e del sedano a pezzetti, sale e le spezie preferite,  acqua e lasci cuocere. 

Passare il tutto con il frullatore a immersione, unirvi altri ceci, qualche foglia di spinaci, mescolare e servire.




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...