venerdì 25 novembre 2016

Dicembre. Una mescolata compagnia.


Dicembre 2002. Una mescolata compagnia. Eravamo una mescolata compagnia, un po' di francesi, un po' di italiani, che si incontravano sotto l'egida dei generalmente scombinati progetti europei, e infatti non ne rammento gran succo, mentre ricordo con orrore che tornando in albergo, una sfortunata francese precipitò in un qualche anfratto, ma ebbe la fortuna di essere ripescata e soccorsa con sollecitudine da Dolcesca, e da lì nacque - almeno quello - una bella amicizia. Cercai di offrire alla combriccola qualcosa. Menu: Terrina di maiale al ginepro, Pane con amaretti e buccia di limone, Mousse di spinaci Cibreo, Quiche radicchio gamberetti, Patè di ricotta e prosciutto, Crostata di ricotta e visciole.

Terrine de porc au génievre Terrina di maiale al ginepro


Spinaci Cibreo, ovvero mousse di spinaci


Quiche con radicchio gamberetti



Pane con amaretti e buccia di limone


Patè di ricotta e prosciutto



Crostata di ricotta e visciole


Arte' mi porta in una stanza di castello montano, e la compagnia è certo assortitissima anche qui: un anziano felice dalla morbida giacca di velluto cremisi civetta con una giovane bionda (la nipote?); un uomo tra i trenta e i quaranta,  dalle guance rubiconde e la chioma carota - anche lui attentissimo alla giacca, alla sciarpa - è perso in qualche pensiero, forse a gennaio sposerà la bella bionda che gli ha donato la rosa invernale che porta all'occhiello, ma il suo animo vaga nella valle in cui sprofonda il pesaggio oltre le strette profonde finestre; un giovinetto forse stolido (un fratello minore con gli stessi capelli carota?) tenta di rompere l'incanto dei due, di entrare in scena. Sulle pareti di legno odoroso e scricchiolante si diffonde il dolce calore luminoso del camino, e sul  gruppo domina la coppia di Adamo ed Eva: l'albero della conoscenza promette che si uscirà dal paradiso terrestre, che si potrà entrare nella vita.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...