domenica 9 ottobre 2016

Settembre. Li sfamo ancora, questi due, o no?


Settembre 2016. Li sfamo ancora, questi due, o no? Con i tempi che corrono, da far tremare le vene dei polsi, questi sono ancora capaci di ingaggiare discussionone piene di foga sui massimi e sui minimi sistemi; capite che mentre pezzi di mondo ci crollano ora in testa ora su un piede, e tu vorresti occupartene in qualche piccolo modo, è difficile sopportarli. Io cerco di reagire abboffandoli di manicaretti, ma quelli masticando e dicendo un "Bono, sì", proseguono imperterrititi a fare molti distinguo, parate, affondo, chiarimenti, tutto nella massima foga, mentre sotto i nostri piedi si sente il cupo brontoliio degli Inferi.  Dunque, il menu: Crema di zucca, peperoni, totani; Tatin di indivia brasata, Melanzane arrostite in insalata (sì, proprio quelle meravigliose, con il saporino di fumo); Minne di vergine perduta nel bosco autunnale (un dolce mezzo siculo con un boschetto di rossi frutti di bosco con radici nella glassa di cioccolata molto amara). A onor del vero, Nunchesto tentava invano di spargere Champagne sul fuoco. 



























Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...