lunedì 2 maggio 2016

Brioche in forma di stella


Da Artemisia

Affascinata dall'industre sforbiciare e piegare e plissettare e girare e voltare la pasta di certe signore russe (?) in rete, in particolare da una certa Valentina Zurkan che industriosamente fa pani a forma di fiore e di stella, ne ho voluto provare uno. Questione: che impasto scegliere? Per la prima prova, in preda a una certa frettolosità diffidente del risultato, che mi ha fatto procedere "vediamo un po' ma non è che lo sto proprio facendo", ho adottato questo, che ha mi permesso di istantaneamente infornare:

375g di latte tiepido, 25g di lievito di birra,10g di zucchero

25g di burro

600g di farina di forza

7g di sale

Tutto nell'impastatrice, wwroom e si ottiene un impasto molto maneggevole, che ho diviso in quattro parti, facendone poi quattro dischi di circa 26cm di diametro.

Li ho spennellati di burro fuso salato mentre li sovrapponevo (l'ultimo, senza spennellare).

Poi il pacco di dischi si taglia in otto spicchi.

Poi in ciascuno spicchio si fa un'asola per il lungo, e si fa passare la punta dello spicchio nell'asola. La parte opposta alla punta va raccolta a chiocciola (vedi foto sotto).

Poi gli otto spicchi vanno acconciati a stella.

Infine ho spennellato con burro fuso e rosso d'uovo battuti isieme.

Ma guardate il video su come procedere, non se ne parla di spiegare.


Forno a 180° per 40'.

45cm di diametro da cotta.

Valentina Zurkan all'opera con la stella

Propositi: meno farina di forza, meno lievito. 




Nuvola in preda alla felicità, sul vaso dove ci ha costretto a mettere una rete.




***

Aggiornamento Novembre 2017

Faccio questa brioche per avvolgere un filetto - ottima ricetta e buona riuscita della brioche a questo scopo - e me ne avenza un po'; faccio una stelluccia - manco tanto piccola in verità, 15cm - che offro a un festeggiato per un compleanno.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...