mercoledì 31 luglio 2013

Giugno. La cena delle tartine di Nunchesto



Giugno 2013. La cena delle tartine di Nunchesto Amedeo, maestro di tartine, conquistò un divertito e fervente discepolo nella persona di Nunchesto; questi guardò quello, ammirò, studiò, imitò. Non uso mai le mani, disse il Nunche, adesso mi ci metto! E subitò iniziò in grande, corcondato di millanta barattoli, coniugando sapori che mai erano venuti in mente a nessuno; ammettiamolo, vennero mangiate, codeste tartinelle: quando arrivai in tavola, non ne trovai che alcune rimaste, sparute e poche: una testimonianza che potrà proseguire. Il menu era: tartine; minestra di pane toscana, tonno di coniglio, tajine di pesce, pecorino con gelatine di vini e marmellata di fichi, treccia di pane maison, crumble di albicocche caramellate. Champagne Joseph Perrier, Lis Neris Picol, Piere Vie di Romans e un Castello di Ama per gli irriducibili del rosso.

tartine;

minestra di pane toscana,

tonno di coniglio,

tajine di pesce (persico, fagiolini, peperoni, zucchine, cipollina fresca),

pecorino toscano con gelatine di vini e marmellata di fichi,

treccia di pane maison,

crumble di albicocche caramellate

4 commenti:

isolina ha detto...

complimenti vivissimi dal "maestro"

Grazia ha detto...

bello tutto, anche la t-shirt del tartinatore!

artemisia comina ha detto...

:)

lapiubelladitutte ha detto...

Che cena spettacolare!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...