domenica 17 febbraio 2013

Pane con il cardamomo


Di Artemisia

La questione fondamentale è che il cardamomo ci sta, nel pane, benissimo. Che tipo di pane, poi, è forse secondario. Quindi,mettete dei semi di cardamomo nel pane, e sarete felici. Se volete sapere di questo pane paricolare, che è venuto così piacevolmente demoniaco in queste foto, è fatto di farina integrale, di farina di grano duro, di farina00.

Per la procedura seguire questa del pane senza impastare:

25g di farina integrale, 75g di farina di grano duro, di 400farina00, un decimo di un cubetto di lievito oppure 1gr. di lievito secco in polvere (un piccolo cucchiaino raso), 1 cucchiaino abbondante di sale, 350ml di acqua, un cucchiaino colmo di semi di cardamomo.

Mescolare gli ingredienti in una grande ciotola: fare la fontana, mettere al centro il lievito che è stato prima sciolto in un po' dell'acqua prevista,  quindi l'acqua e infine il sale.

Lasciar riposare l'impasto, grezzo e appiccicoso, coperto da pellicola per 18/24 ore, a circa 20°.

Passato il tempo prescelto, rovesciare l'impasto, che sarà cresciuto diventando una massa molle, su una spianatoia infarinata e spolverarlo anche sopra di farina.

Piegarlo su se stesso prendendo un lembo dei 4 lati, uno alla volta, e piegandoli a croce sovrapponendoli.

Coprirlo con un foglio di pellicola e lasciarlo riposare per 15'.

Infarinare un canovaccio con della semola e con le mani infarinate deporvi l'impasto, con la falda di chiusura sotto, dandogli la forma della pentola dove lo cuoceremo.

Spolverarlo di semola anche sopra e di ogni tipo di semi: dalla senape nera ai semi di zucca.

Lasciarlo lievitare per altre due ore.

Mezz'ora prima che la lievitazione sia finita accendiamo il forno a 230° e mettiamoci un recipiente con un coperchio (metallo, ceramica).

Sbattere il malloppo nella pentola con la falda di chiusura verso l'alto. Velocemente, per non raffreddare la pentola.
Coprire e infornare a 230° per 30'.

Il tempo di cottura è variabile. Dipende dal forno e dal tipo di pentola. Dopo la prima mezz'ora dentro la pentola coperta per far sì che il pane lieviti e inizi a formare la crosta, togliere il coperchio o trasferire sulla griglia e terminare la cottura.


6 commenti:

colombina ha detto...

Che bello! Con i semi di cardamomo deve essere delizioso e anche profumato. Ub bacione!

Anonimo ha detto...

Artemisia, una volta che non lo azzannate subito, riesci a fare una foto del dentro, della mollica.. sono curioso di vedere come viene a te, dato che a me, il mio, non ha mai convinto.
Grazie, ciau. Stefano
ps: cardamomo e mi viene in mente tutta la cultura baking scandinava, trip libresco di queste ultime settimane (mi sto trattenendo da giorni dal comprare libri sulla pasticceria scandinava ma sento che cederò :) s

artemisia comina ha detto...

grazie colomba!

artemisia comina ha detto...

stefano, se clicchi sul link vedrai diversi tagli di pane, e vedrai pure che cambiano: dipende dalle farine e dall'umore del panettiere come della pagnotta :D

ciò che convince sempre è sapore, durata e leggerezza data dalla lunga lievitazione.

Giulia Pignatelli ha detto...

che bello!!!! Sai che sembra un pollo arrosto per quanto è cicciotto ;))

artemisia comina ha detto...

ho pensato anch'io al pollo....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...