sabato 5 gennaio 2013

Pseudo quiche di radicchio tardivo e calamari



Di Artemisia

Frolla alla cannella: 200g farina00, 100g di burro, un uovo, un pizzico di sale, un cucchiaino da caffè raso di cannella in polvere.

Foderare con la pasta una teglia di porcellana da forno di 26cm.

Ora servono due cespi di radicchio tardivo sfogliati, tagliati a pezzi di tre/quattro cm circa, stufati velocemente, coprendo, con un goccio d'olio d'oliva in padella. Salarli. Scolarli bene, aggiungere una manciata di uvetta di Smirne e un cucchiaio colmo di mostarda vicentina (solo la frutta triturata finemente; si può usare qualsiasi mostarda di frutta a condizione che sia finemente triturata per potersi ben mescolare al radicchio). Mescolare.

Scottare in padella 300g di calamari (di piccola stazza, puliti, privati di occhi e becco, tagliati a pezzi) salarli; scolarli, unirli al radicchio.

Pepare con pepe nero appena macinato.

Riempire il guscio di pasta con radicchio e calamari.

Battere in una ciotola 100g di panna fresca e due uova. Versare su radicchio e calamari, ribattere sulla farcia il bordo del guscio di pasta.

Cuocere a 200°, forno giá caldo, per 30'.

Nel menu di Gennaio 2013. La cena del primo dell'anno. Avanzi? Sì e no. 


PS: se si vuole, fare una braga di carta da forno con cui estrarre la quiche dalla teglia, o usare teglia a fondo mobile; io uso ceramica, così la quiche va dritta in tavola ed è il mio tipico piatto scacciapensieri.


  
Ero a Venezia; in certi limpidi giorni di gennaio, dall'altana che dà sulla laguna nord si possono vedere le Alpi.

2 commenti:

tyyneskitchen ha detto...

Sto sfogliando le vostre ricette e volevo darvi un saluto e i miei complimenti, finalmente ricette davvero interessanti. Conosco questo blog da tanto tempo e già anni fa ho fatto una crostata di cipolle (ligure?!) cui ricetta l'avevo trovata qui. Era squisita e aveva ottenuto tanto successo anche tra i lettori finlandesi del mio blog di allora.
È bello condividere piccole gioie della vita, come buone ricette.
Saluti,
"Tyyne"

artemisia comina ha detto...

Tyyne, che suggestione il tuo blog in finlandese, anche se non ho nemmeno capito se c'è posto per i commenti! Finlandia, tra i primi viaggi tanti anni fa, ricordi cari, come viaggiare dentro la pelliccia di un orso, nostalgia! Grazie di esserti farti viva!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...