lunedì 11 giugno 2012

Mezzanelli lardiati, come si fa Furore



Da Antonella.

Beato chi se li mangiò - io per esempio - sotto una pergola appesa in alto sul luminoso mare, a Furore. Ecco la ricetta, con le sapienti parole di Antonella.

Sminuzzare (in napoletano "allacciare") con il coltello il lardo di prosciutto fino a renderlo quasi cremoso con cipolla e basilico.

Far sciogliere il lardo in padella a fuoco basso.

Tirare con vino bianco e aggiungere pomodorini pelati.

Cuocere per almeno un'ora.

Cuocere i mezzanelli (immaginate dei bucatini, ma più grandi, da spezzare, o venduti già divisi in pezzi) in acqua bollente salata, possibilmente in una di quelle pentole di alluminio grandi e panciute che una volta tutte le mamme del sud ragalavano alle loro figlie quando si sposavano, scolarli molto al dente e farli saltare nella  suddetta padella.

Aggiungere pecorino romano a scaglie e basilico fresco.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...