mercoledì 10 marzo 2010

99 COLOMBE PER L'ABRUZZO




Sorelle Nurzia fa un torrone morbido al cioccolato che da sempre è stato sotto l'albero di Natale di ogni famiglia abruzzese. Ma anche per noi della Valle di Comino, a pochi passi da Forca d'Acero e dai suoi boschi, era una presenza confortevole, immancabile, familiare e buona in quegli inverni di campagna che mi hanno insegnato ad apprezzare il profumi che nel freddo dell'aria che non conosce riscaldamento centrale si levano nitidi, come quello del cioccolato, dell'ostia e della carta stagnola, per dire.

Altrettanto familiare era l'involto di carta con le due ninfe danzanti, vagamente liberty, che in quelle terre dove il tempo era lento non parevano per nulla vecchiotte, solo un po' fuori moda, ma assai vicine per tutto il resto alle zie che andavano per l'intanto sferruzzando all'angolo del camino infiniti, innumerevoli lavori a maglia.

Così quando ho sentito che l'Azienda era in difficoltà perchè il suo tradizionale mercato era ancora schiacciato dalle rovine del terremoto ho pensato: vuoi vedere che avere un blog di cucina potrebbe servire a qualcosa? E ho scritto a Sorelle Nurzia che mi sarebbe piaciuto aiutarli in qualche modo. Ecco la lettera che ha ricevuto in risposta.

"Cara Artemisia, cari amici ,

scrivo da L'Aquila e precisamente da dentro una casina di legno antisismica che è diventata la mia nuova dimora lavorativa dopo il terremoto. Il mio nome è Mara Marinangeli, mi occupo di Progetti Speciali, di strategie , di nuovi modi di inventare un modo di proporre il marchio Sorelle Nurzia che è l'azienda per la quale lavoro......non saprei dire onestamente che lavoro faccio da dopo il 6 aprile 2009 se non che invento ogni giorno la mia vita e quella di chi accanto a me ha deciso di non fermarsi e di far prevalere l'ottimismo innanzitutto.

Sarebbe illogico e falso se dicessi che va tutto bene ma la giusta ottica è quella che mi spinge a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno e l'entusiasmo nel vivere la mia vita e nel cogliere le opportunità che questa tragedia ci ha messo davanti . Se si vuole vedere il nero qui ce n'è da ogni dove. Basta attraversare la strada davanti la fabbrica e ti trovi dentro Onna, dentro un paese fantasma dove i pullman di tutto il mondo vengono facendo tappa prima di arrivare a Pompei...più o meno i viaggi della tragedia ormai li dirottano tutti qui. Vai dentro un paese raso a suolo , ti accori, ti giri intorno e poi guardi le nuove casine della ricostruzione dove le persone sembrano statuine in un presepe finto , dove sembra che la normalità abbia ripreso il suo posto ma dove mancano all'appello due generazioni: quella dei ragazzi e quella dei bambini del paese.

Questo è quello che vedi dentro Onna ma che a specchio trovi in ogni paese che circonda L'Aquila. La mia città senza più il suo cuore pulsante, i suoi portici pieni di vita, le sue 99 chiese, 99 piazze, 99 fontane....senza la casa dove vivevo con la mia famiglia , le mie due bambine e mio marito. Casina antisismica di legno anche per la mia vita familiare. Molto poco in piedi di tutto ciò che ci aveva lasciato il passato ma tanta energia giovane è rimasta ad osservare ed a progettare il modo e tempo giusto e propizio per rialzarsi. Tra queste persone ci sono io con tutti i miei colleghi di Sorelle Nurzia che dall'11 maggio, appena sono tornati a riaccendersi i forni della fabbrica non abbiamo perso tempo siamo tornati a lavorare con una grinta incredibile. Il terremoto ci ha sorpresi in modo vigliacco, di notte, sorprendendoci nel sonno. Ci ha tolto tanto in 20 secondi dopo i quali abbiamo dovuto riorganizzare completamente le nostre vite ma abbiamo capito da subito che il lavoro ci avrebbe ridato la dignità e l'energia per non spegnerci dentro tanto dolore da cui eravamo circondati. La vita nelle tendopoli è stata un'esperienza di grande crescita. La condivisione degli spazi con persone sconosciute, la mensa con altre 250 persone con cui si pregava prima di mangiare, la scuola dei bambini conquistata con grande fatica pur di non permettere che vivessero come senzatetto lasciati senza una guida o un punto di riferimento di un'insegnante. Fare la fila per poter fare una lavatrice, non avere una parrucchiera per mesi. A ripensarci mi vengono i brividi ma sento che siamo stati eroici. Sorelle Nurzia ha fornito dentro le tendopoli le colazioni per tanti sfollati, io andavo a contare i cartoni nelle tende-mensa per fare un minimo di inventario ed aiutare la Protezione Civile, la Croce Rossa o le Misericordie che gestivano i campi a fare i rifornimenti ed agevolarli negli scarichi dei prodotti . Chiudono le tendopoli e arriva il Natale folgorante del 2009 con la solidarietà di tutto il mondo che ci ha cercati e sostenuti acquistando i nostri torroni e panettoni. Ma il momento più temuto non si è fatto attendere ed è stato gennaio dove è arrivato lo stop fisiologico nel quale l'azienda ha avuto un calo di commesse. Non esistendo più il mercato locale del centro storico si sono fermate automaticamente le vendite dei nostri favolosi biscotti che fornivamo nelle enoteche, nei bar, nei negozi specializzati, negli alimentari o nei centri commerciali. Non ho paura ma mi rendo conto che senza L'Aquila ho bisogno di trovare un indotto commerciale fuori questo territorio dolorante dove la ripresa sarà lenta e faticosa. Quindi internet che mi permette ogni giorno di conoscere tante persone tra le quali i foodblogger , un gruppo di originali appassionati del mondo del cibo. Ho 41 anni ed ho sempre lavorato nel marketing, guidata da studi accademici che mi facevano camminare quasi su un territorio tracciato da altri. Dopo il 6 aprile mi sento un'esploratrice, una pioniera che cerca, curiosa, osserva luoghi e mosse come se fossi la prima a scendere su un'isola deserta. Ripartire , o meglio risorgere dopo un sisma catastrofico dove non hai più neanche un punto di riferimento in piedi è davvero difficile ma allo stesso modo affascinante. Quando hai bisogno di ago e filo e sei costretto a chiederlo a qualcuno che te lo deve portare da Roma il giorno seguente capisci che devi ripartire da zero e se sei coraggioso fai finta di niente e riparti altrimenti fai le valige e decidi di tornare dopo un paio di anni quando qualcuno al posto tuo avrà provato a riattaccare i pezzi di un puzzle.

Noi abbiamo deciso di rimanere non senza vivere momenti di grande sconforto ma Sorelle Nurzia è stata la nostra ancora, un transatlantico che è uscito fuori rotta , ha imbarcato un pò d'acqua ma poi grazie a chi stava al timone ha ripreso la via, cercando di non guardarsi mai alle spalle e sostenendo chi aveva momenti di cedimento. Ora siamo migliori di prima, sicuramente persone diverse ed orgogliosi di non aver mai abbandonato la nave. Anzi....

Nuova vita...nuovi modi di lavorare e produrre. Lavorare sulla destagionalizzazione di Sorelle Nurzia è stato il mio primo pensiero , uscire dal binomio Sorelle Nurzia uguale torroni uguale Natale ma piuttosto Sorelle Nurzia ......tentazioni tutto l'anno.

Ho letto , non so dove, che quando ci sono grandi avvenimenti catastrofici , situazioni negative che cambiano la vita, di contro ci sono nuove risorse che lo spirito di sopravvivenza ti spinge a tirare fuori . Forse è propri dietro questa filosofia che è uscita la nuova linea di Sorelle Nurzia che propone la Pasqua con colombe, pizze di Pasqua prodotte con patate locali e lievitate 2 giorni, uova di cioccolato realizzate con il nostro cioccolato del torrone e ovetti confettati, praline di ogni tipo, amaretti, cantucci al pistacchio e tanti tanti altri prodotti da forno.

Vi invito quindi a visitare il nostro sito www.sorellenurzia.it, anzi , mi piacerebbe invitarvi in fabbrica qui da noi per conoscerci e visitare un pezzettino dell'Aquila produttivo e pieno di vita!!!

Se poi siete interessati a qualche prodotto o alla nostra linea di biscotteria potete contattarmi , sarò lieta di darvi ogni consiglio o chiarimento.

Vi abbraccio

Mara

PS: ti prego di tagliare modificare togliere limare insomma accorciare se serve. Sono stata un pochino prolissa ma sinceramente io sono così, mi piace comunicare e visitando il vostro mondo che tu mi hai presentato perchè mi era un tantino sconosciuto ho avuto quasi un incontro con tanti amici.

(Dr.ssa Mara Marinangeli Resp. Progetti Speciali Sorelle Nurzia L’Aquila mara.sorellenurzia@gmail.com)"


Progetti speciali faceva proprio al caso; ho telefonato a Lydia di Tzaziki e ho trovato immediatamente un'alleata, ho scritto a Nina di Io e Nina e ho trovato subito una colomba. Poi pian piano si sono aggiunti in tanti, ora siamo un gruppo e ci trovate in un blog nuovo di zecca creato per l'occasione, 99 COLOMBE. Novantanove, come la fontana delle 99 cannelle, tutte pronte a volare chi qua e chi là in ogni dove in Italia.

Perchè intanto l'Azienda, che ha una diffusione ancora scarsa su tutto il territorio italiano, si è attrezzata per rispondere alla nota golosità dei blogger e ci spedirà ogni dolcezza che si possa volere, dalle colombe appunto alle pizze di Pasqua alle uova confettate e - perchè no - ai celebri torroni. Basterà rivolgeresi a Mara.

Abbiamo pensato a un gioco per accompagnare l'evento: pensare, ognuno di noi, blogger o non blogger che sia, un modo per acconciare, trasformare o affiancare un prodotto Nurzia.

Per sapere ogni cosa, per entrare nel gruppo, per partecipare, per ordinare i prodotti, vi invitiamo a venire nel nuovo blog 99 COLOMBE.

36 commenti:

papavero di campo ha detto...

Sorelle Nurzia
per tradizione il buono
dei dolci sempre!

infiniti auguri al volo delle 99 colombe!

Francesca ha detto...

auguri! le colombe hanno spiccato il volo!
nina

niky ha detto...

davvero auguri!
nel mio piccolo, pubblicizzo :)

fizzi ha detto...

Fatto! Domani aggiusto meglio il post,adesso non sono in grado..
buonanotte
francesca

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Grazie Artemisia. Per coinvolgerci in questo progetto così importante. Partecipo con tutto il cuore.
A.

annamaria ha detto...

Posso solo partecipare come "privata"non essendo una blogger,ma almeno cercherò di diffondere l'iniziativa fra le mie conoscenze,è cosa da fare senza esitazione!Bravissima Rosa Maria,tutta la mia ammirazione per quel che può valere ma col cuore.

JAJO ha detto...

Ancora, ed anche qui, complimenti per aver dato vita ad una iniziativa così bella e meritevole !!
Per tante ragioni non posso proprio tirarmi indietro :-D

Anonimo ha detto...

Mi sembra un progetto straordinario, di una dolcezza che non si ferma ai sapori dei prodotti Nurzia.
Contribuirò pubblicizzando l'iniziativa ed acquistando!
Ciao da Bologna
Roberta

dada ha detto...

Giusto per ringraziarvi di nuovo per questo progetto lodevole, che ha un suo senso profondo.
Ho aggiornato il post e messo il banner.

terry ha detto...

Ottimo!!! ecco il post e i dettagli! bene bene!
baci

Chiara ha detto...

stiamo volando:)!

Mariluna ha detto...

Carissima..progetto nobile :)
spero di poter ricevere dei prodotti anche qui ;)per partecipare con una ricetta.

simonapinto ha detto...

cara artemisia, svolazzo e frullo l'ali insieme a voi!
colomba 95 ;)

a.o. ha detto...

spiccano il volo una dopo l'altra, come uscite dal cilindro, al tocco magico di Artemisia.

aiuolina colombina.

papavero di campo ha detto...

tante colombe
un volo di sorelle
occupa il cielo

marzia ha detto...

bellissimo... mi sono commossa a leggere. un abbraccio con tutto il cuore, tanta fortuna e che le colombe possano volare lontano, con nel cuore sempre la loro terra

Pagnottina ha detto...

Splendida iniziativa! Non mancherò!Lieta di partecipare e d'avervi conosciuto così...
Ciaoo ;D

pinguil ha detto...

Non conoscevo le Sorelle Nurzia, ma non posso certo passare oltre senza aderire a questa iniziativa!!

papavero di campo ha detto...

un volo più ampio
sa di fresco e vitale
a pelo d'aria


haiku del secondo giorno di volo
12 marzo h. 13,13

Novelinadelorto ha detto...

Stupendo mi sn unita e spero di nn aver esagerato...:-P...smackoniii...

Artemisia Comina ha detto...

SIAMO 100.

Anonimo ha detto...

Giustamente mi chiedo: hanno una distribuzione all'estero? Non vedo i loro prodotti nei numerosi negozi di delikatessen italiane qui in Francia (e a volte fanno passare per delikatessen della roba... Vabbè, passiamo oltre!)... In bocca al lupo! CHIARA

stella ha detto...

Ciao!

accantoalcamino ha detto...

Ciao!!

Anonimo ha detto...

Ciao mi chiamo Kruger Agostinelli e sono il responsabile del Blog Cafè (http://www.squisito.org/blogcafe/) questo sito è stato segnalato per partecipare al "Premio Blog dell'Anno" di SQUISITO 2010.
Dovresti comunicarmi un tuo indirizzo di posta elettronica, indicando a quale blog corrisponde, su cui mantenere il contatto con noi.
Mi puoi scrivere a:
nominationblogcafe@kruger.it

papavero di campo ha detto...

tutte a raccolta
veloce frullo d'ali
cielo affollato


tredici marzo duemiladieci, terzo giorno di volo!

sciopina ha detto...

sto leggendo sto leggendo e sono invero tanto felice...

papavero di campo ha detto...

minima sosta
il riposo ritempra
forze del volo


quattordici marzo duemiladieci, quarto giorno del volo

comidademama ha detto...

Cara Artemisia, come ti ho detto nel mio post dedicato a 99 colombe, sono stata via dalla rete (e anche per un po' dall'Italia) per il mio nuovo lavoro e se non fosse stato per la telefonata di enza-io da grande avrei letto solo oggi, mentre facevo speleologia applicata alla mia casella di posta

Complimenti per l'iniziativa, che sostengo con piacere

virgikelian ha detto...

Anch'io ho fatto spiccare il volo alle colombe..
L'unione fa la forza.
Virginia
http://aisapori.blogspot.com

papavero di campo ha detto...

colomba ride
è cordata del cuore
verso l'Abruzzo!


quindici marzo duemiladieci, quinto giorno di volo



ps x comida: il 12 marzo ti avevo lasciato un commento-invito
sull'ultimo post, ti è sfuggito?

Carla ha detto...

Eccomi ci sono anch'io!

questo è il link del mio post:
http://lettoemangiato.blogspot.com/2010/03/le-novantanove-colombe-per-volare.html

Complimenti Artemisia!
e brave anche Lydia, Alex, Francesca,Pappavero di campo e tutti i partecipanti!

Buon lunedì!

frenci ha detto...

ciao artemisia, bellissimo e soprattutto concreto progetto, complimenti davvero... e scusa se passo ad argomento un pò più triviale, ma ti ho segnalato a Squisito 2010 per inserirti nelle candidature di miglior blog dell'anno (ho visto sopra che ti hanno già scritto), spero che non ti dispiaccia, soprattutto perchè l'ho fatto di mia iniziativa, senza interpellarti prima, e rispondendo unicamente alla mia necessità di votare te e un altro blog, che siete i miei preferiti in assoluto... ciao carissima, un bacione

Artemisia Comina ha detto...

mi fa piacere sapervi tutti colombe.

frenci, ci hai dato l'idea di iscrivere 99colombe :DDD

Zucchero & Cannella ha detto...

Artemisia, nessuna notizia da Mara ?

artemisia comina ha detto...

sì, debbo sentirla proprio in questi giorni. lavora per un consorzio di aziende aquilane, e non più per Nurzia. Aggiungici che non è espertissima del linguaggio e del mondo web, e capirai perchè abbiamo perso i contatti. ma spero che li possa riprendere.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...