mercoledì 27 dicembre 2006

Chiocciole piccanti


da Artemisia Comina

Per l'impasto: 300g di farina 00, 40g di burro fuso e intiepidito, 12g di lievito di birra fresco, 50ml di latte tiepido, un uovo a temperatura ambiente, sale e acqua q.b.

Per il ripieno: 300g di cipolle affettate sottilmente e cotte 15' al microonde (ne sortiscono assai dolci), quindi brevemente stufate in padella con olio d'oliva e dopo poco tempo con un goccio di vino rosso; 150g di yogurt greco, una cucchiaiata di quelle diaboliche salse calabresi al peperoncino che certo vi sarà capitato di assaggiare almeno una volta, lacrimando. Mescolare.

Sciogliere il lievito nel latte e poca acqua con 1 cucchiaino di zucchero, lasciar riposare per 5-10 minuti. Impastare tutti gli ingredienti, aggiungere un pizzico di sale.
Formare una palla. L’impasto dovra’ essere alquanto morbido; far lievitare coperto da un canovaccio fino al raddoppio del volume. Riprendere l’impasto, sgonfiarlo, dividerlo in due.
Stendere le due metà in rettangoli di circa 15cm di larghezza e 35cm di lunghezza.

Spalmare il composto piccante sui due rettangoli; poi, partendo dal lato lungo, arrotolare. Si ottengono due 'salami'. I salami vanno attorcigliati su se stessi a mo' di chiocciola, a formare una spirale.

Mettere le due chiocciole a lievitare in forno (scaldato a 40-50 °) fino al raddoppio.

Spennellare delicatamente la superficie con panna o latte, e distribuirvi del sale grosso.

Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti circa.

Nel menu di  Gennaio 2005. La cena dell'Epifania.


Nota: Il punto di partenza è una ricetta di Elena di Giovanni, un'amica web; in quel caso il ripieno era a base di gorgonzola e noci, il risultato ottimo.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...