lunedì 7 marzo 2011

Cake ai datteri








Artemisia, attratta dai datteri, dopo molto tempo fa un cake, uno di quei dolci che donano morbide fette ricche di frutta secca alle colazioni, da Dolci a occhi chiusi, di Mariapaola Dèttore.

In una terrina: mescolate due tuorli con 100g di zucchero e un pizzico di sale.

Unite 100g di burro fuso intiepidito, 4 cucchiai di latte, due o tre di rum (o grappa o brandy), 200g di farina00 setacciata, mescolate.

Aggiungete 100g di datteri (pesati già snocciolati) tagliati a dadini, 80g di gerigli di noce triturati grossolanamente, due cucchiaini da tè di lievito istantaneo; mescolate ancora con particolare attenzione per il lievito, che si distribuisca bene.

Aggiungete due bianchi d'uovo montati a neve.

Versate il composto in uno stampo rettangolare di circa 20cm di lunghezza (se preferite, diciamo da mezzo litro), imburrato e cosparso di pangrattato, lisciandovelo e assestandovelo.

Mettete in forno già caldo a 190-200° e lasciatelo per almeno 40'; io l'ho lasciato per quasi 50' a 200°. Fate la prova dello stecchino per vedere il cake è abbastanza asciutto.

Al posto delle noci potete usare nocciole.

Facile? Occhi chiusi? Ma sì. Buono? Molto.


4 commenti:

isolina ha detto...

ha un aspetto niente male! E io sto ancora aspettando la mia copia...

la belle auberge ha detto...

bello! una vera miniera di idee il libro di Mariapaola.

Ester ha detto...

Bello, bellissimo il libro e le ricette si leggono come un racconto.
Un'antesignana dei blog in formato cartaceo, la nostra Mariapaola.
E il tuo cake, ha un aspetto magnifico, da mangiami mangiami.

artemisia comina ha detto...

diamoci giù con le prove! e poi ce lo diciamo :))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...