domenica 27 settembre 2020

Tagliolini verdi alle erbette e bottarga

Di Artemisia

Orto Botanico, solo di quando in quando; dopo i primi luminosi giorni settembrini, sono arrivati il cielo grigio e la pioggia, grande pestello che tutto macera. Ma in un giorno di sole tiepido, ecco una nuova libellula. Sympetrum striolatum, Cardinale striato maschio; non credevamo di veder più libellule, ma questa è una delle ultime che può essere incontrata in autunno, ed è pioniera di stagni di nuova creazione, infatti eccone due incrociarsi su quello del giardino roccioso, che abbiamo visto asciutto e dove abbiamo poi spiato il crearsi di forme di vita. I parrocchetti monaci pascolano, e si capisce perché hanno quel colore che sembra così esibizionista: spariscono nell'erba. Anche noi mangiamo erbette. Tagliolini verdi alle erbette e bottarga. Gli ottimi tagliolini verdi di Cipriani sono stati coniugati con erbette di cui il terrazzo è ancora prodigo, inclusa la portulaca oleracea (da portula, porticina, per il modo con cui si aprono le capsule che disseminano piccoli semi neri con prodigalità infestante), o erba porcellana, o percacchia, o erba grassa, o baqla hamqa, ovvero pianta pazza, come la chiamavano gli Arabi perchè si spande in tutte le direzioni. Volevo usare una bottarga non sapidissima, che ho quindi tagliato a fette alquanto spesse.   

In una padella fondere del burro.

Appena fonde, spegnere il fuoco e mescolarvi abbondanti erbette aromatiche tritate, tutto ciò che avete (portulaca, finocchiella, basilico, maggiorana, santoreggia...)

Salate.

Cuocete i tagliolini verdi all'uovo. Saranno cotti in un battibaleno, tenete un mestolo di acqua di cottura.

Versateli nella padella, mescolate, se occorre aggiungete un po' della loro acqua. 

Mettetevi su della bottarga di muggine affettata (io la tagliai di un par di millimetri poichè timida).

Poi un po' di pecorino non aggressivo a scaglie.

Un giro di pepe nero ottimo, ed è finita.














2 commenti:

filo e traccia ha detto...

ancora meraviglie di fili bacche e becchi! Chissà l'inverno cosa regalerà.

GufettaSiciliana ha detto...

Una tavolozza di gusto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...