domenica 31 dicembre 2017

Dicembre. Spuntini veneziani con pioggia.









Dicembre 2017. Spuntino veneziano con pioggia. Venezia quando è bagnata è la più bagnata di tutte. Acqua sopra acqua sotto, diceva una nostra amica che la guardava con diffidenza. Ma la casa protegge, e nella luce illividita i colori tengono duro e arrotano i denti. Per fortuna da Roma portammo metà terrina avanzata dallo spuntino di Natale, come sapessimo già che di uscire non avremmo avuto alcun uzzolo, e un certo formaggio giallo, quadrato, trovato su un banco del mercato Trionfale, unico esotico - qualcosa di nordico, non ricordo più cosa - e per via comperammo un pezzetto di pane e qualche mandarino e due cachi e qui ritroviamo una certa marmellata che ha un'etichetta demente, chissà che avevo in mente quando la scrissi, che dice proprio così: Marmellata; e basta; come se quello non si vedesse. Ma il bello è che quando la metti in bocca fiammeggia, pare di peperoncini, per fortuna è ottima, e un grissino infilato nelle sue polpe e ritratto da esse avvolto, diventa pura leccornìa; va a sape' che un giorno io non ne faccia un pre-dessert, come dicono alcuni. Quindi: Terrina di vitello, o Mosaico di vitello, come dice il Talismano; e Marmellata di peperoncini.











1 commento:

isolina ha detto...

colori!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...