giovedì 18 maggio 2017

Polpette di pane e piselli




Alla Giustina arriva Darky, affamata, desiderosa, povera; Polverina presidia feroce soffiando.

Di Isolina o Brassica Illirica

Polpette di pane sono già apparse, ma queste sono diverse. Alla luce dei fatti, cioè alla prova, avrei potuto definirle crocchette tanto la loro consistenza le ricordava.



Ho tagliato a cubetti delle belle fette di pane di grano duro raffermo e le ho messe in una ciotola ad ammollarsi nel latte.

Una volta intenerite, ho strizzato il pane e impastato. Ho aggiunto un trito molto fine di prezzemolo e abbondante scorzetta di limone grattata, poco sale.

Ho aggiunto una generosa quantità di caciotta grattata e un albume d'uovo.

Siccome il tutto mi sembrava vagamente molliccio, ho aggiunto del pane grattato.

Ho quindi modellato delle rotonde polpette, le ho passate in altro albume e quindi nel pan grattato.

Le ho fatte dorare in burro e olio d'oliva.

Le ho aggiunte ad una tegamata di piselli che avevo fatto cuocere in padella con cipollotto rosolato con listarelle di speck tagliato fine  e poco olio d'oliva.

Un accordo direi perfetto.


2 commenti:

ilcavallodibrunilde ha detto...

ho appunto un po' di pane raffermo. Grazie per il suggerimento.

p.s.
come è finito lì quel bel fiore ?
:-)

isolina ha detto...

E' rimasto fina ad estrema consumazione. Ora le sue sorelli si intrufolano tra altre piante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...