giovedì 5 gennaio 2017

Vellutata di patate topinambur e rape.





Di Artemisia

Per otto.


Quattro patate di buona stazza pelate e ridotte a dadini.

Una corrispondente massa di topinambur, pure pelati e ridotti a pezzi analoghi.

Quattro rape bellissime (bianche con sfumature violacee), idem.

Sale.

Tutto in pentola con acqua a metà massa, a cuocere finché tenera.

Frullata di fino con minipimer.

Aggiunta di 300g di yogurt greco intero e di una noce di burro, altra frullata e qualche minuto di fuoco.

Poiché la crema ha un po' atteso in pentola e si è rassodata, ho poi aggiunto un goccio di latte e ne ho approfittato per unirvi un cucchiaino di cannella in polvere; altra frullata e una riscaldata.

Nel menu di  Gennaio 2017. Venezia. La cena degli avanzi dove tutto fu nuovo.

Nota: come si vede, per me le vellutate sono dense fino alla molle cremosità.



Tutto questo accadeva a Venezia, 2 gennaio 2016. Chiaro sole e freddo perfetto.



1 commento:

Taty ha detto...

Adoro le vellutate...soprattutto queste dalla morbida cremosita' :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...