giovedì 20 novembre 2014

Cuore nero, farcia bianca


Di Artemisia

Ho uno stampo a cuore da 300g, preso tra i monti dell'Auvergne.

L'ho foderato con una frolla al cacao: 170g di farina, 30g di cacao amaro, 70g di burro, 80g di zucchero, un uovo, gocce di essenza di vaniglia (ne avanzerà). Stendere la pasta non troppo sottile (circa 3-4mm) poichè la farcia è umida e pesante (io l'ho stesa troppo sottile e guardate il piccolo cedimento). Nello stenderla usate una doppia pellicola, sopra la spianatoia e tra la pasta e il mattarello, che evita il bianco della farina e aiuta a manipolare una pasta fragile e  appiccicosa. Quando andrete a prenderla per deporla nello stampo, lasciate che una delle pellicole serva ancora da supporto, la toglierete una volta che l'avrete schiaffata dentro e fatta aderire sempre aiutandovi con la pellicola per premerla senza che vi resti attaccata alle dita.Non rifilate per ora i bordi.

Farcia: 150g di crema di pere (pere a tocchetti cotte con succo di limone e un cucchiaio di zucchero per pera, frullate finemente), 150g di ricotta di mucca, e 50g di cioccolato bianco fuso (potete scioglierlo nella crema di pere calda). Tutto ben mescolato insieme.

Mettete la farcia nello stampo con il fondo di frolla al cacao, fate un coperchio di pasta e deponetelo sulla farcia sempre usando il supporto della pellicola, che staccherete delicatamente  una volta depositato il coperchio e dopo averlo fatto aderire ai bordi, che essendo taglienti rifileranno la pasta. Al tempo stesso, guscio interno di frolla e coperchio aderiranno. Fate qualche piccolo foro sul coperchio con uno stecchino per evitare che gonfi.

Forno a 180°, già caldo, per 30'.

Aspettate che il nero cuore diventi freddo prima di sformarlo (è delicato)  e spolveratelo di zucchero a velo. E' un dolce intenso, quindi benché piccino basterà per sei (costumati).



Per un'alternativa alla frolla indicata, vedi qui.
 

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...