sabato 12 maggio 2012

Insalata di branzino


Di Isolina

Artemisia accenna a Furore, e zac la mia memoria scatta ad un indimenticabile piatto di spaghetti mangiati in quel magico posto. Colatura di alici e foglie di cappero che mai avevo incontrato prima. La colatura solo leggendo, le foglie mai. Questo mi spinge a dire dell'insalata deliziosa ma di una semplicità imbarazzante, fatta ieri sera.

Sottilissime fettine di branzino (o spigola che dir si voglia) condite con un trito di prezzemolo, pochissima menta e dragoncello, olive verdi, capperi. Olio doliva e.v., niente sale per via dei capperi. Poi in tavola ho aggiunto qualche goccia di limone per contrastare la dolcezza del pesce.


Le foglie di cappero dunque solo per decoro, pensando che per renderle commestibili, avrei dovuto, in qualche modo, trattarle (studierò).


4 commenti:

Giuliana ha detto...

benchè io non ami il pesce crudo, credo che questa tua insalata così profumata la assaggerei...
c'è tutto il nostro Mediterraneo...

grazie Isolina!

isolina ha detto...

Pensa che anch'io non amavo il pesce crudo e tutt'ora discrimino molto, ma questo tipo di insalata e le tartare semplici, sempre con molte erbe, mi hanno conquistato. E sono così dietetiche e facili!

artemisia comina ha detto...

Ci sono anche capperi, deduco...

isolina ha detto...

OOPS! Ovviamente aggiornato...Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...