lunedì 2 maggio 2011

Trifle di fragole con crema di fragole





Di Artemisia che viene sedotta dall'abbondanza di fragole al mercato di Rialto.

Fare una doppia quantità di questa crema di fragole (quindi per 700g di fragole; fare la versione senza acqua, più soda e adatta al trifle).

Con altrettante fragole (altri 700g) fare una dadolata minuta e zuccherarla con tre cucchiaiate di zucchero. Bagnarla con un paio di bicchierini abbondanti di Grand Marnier.

In un piatto largo e con i bordi alti mettere uno strato di savoiardi.

Scolare il liquido della dadolata in un recipiente. Bagnare i savoiardi con questo rosso fragoloalcolico liquido.

Coprire con la dadolata.

Coprire con la crema.

Mettere a raffreddare in frigo.

Quando la crema si è rassodata (altrimenti vedrete le fragoline affondare miseramente) , disseminarla di fragoline di bosco (un cestino da 250g circa).

Nel menu di Maggio 2011. Venezia. Una cena primaverile tra fragole e asparagi.

Nota: la crema è alquanto rosso magenta, come si vede nelle foto fatte alla luce del giorno (la foto con le fragoline è serale). La sinfonia del magenta, del rosso cadmio della ciotola di lacca e del rosso fragola di bosco sono molto "Pontormo", una vera festa manierista. Ho fatto la versione della crema con acqua ed era troppo fluida, per questo vi consiglio di eliminarla.

2 commenti:

cuocaingiardino ha detto...

Ottima idea per una cena in giardino!
Credi che possa reggere bene una notte in frigo preparandola per il giorno dopo?
cuocaingiardino

artemisia comina ha detto...

senz'altro. è una cosa fatta apposta per passare una notte in frigo tranquillamente :))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...