martedì 19 maggio 2009

Frullato di anguria, melone, fragole, marmellata di fragole, rum.



Di Artemisia Comina.

Dove si apprezzano: la fresca liquidità dell’anguria, il contributo del melone che – in campana! – benché con soli trecento grammi, si faceva sentire eccome, il rosseggiare e la dolcezza delle fragole, accentuata dalla marmellata.

200g di melone, 800g di anguria, 600g di fragole, 100g di marmellata di fragole, 50g di rum bianco.

Questa volta l’ho dato a dieci persone, sia pure tre dita per bicchiere, in un finale di cena.

Nel menu di Maggio 2009. Una cena primaverile


 

4 commenti:

la frenk ha detto...

ho gli occhi tutti pieni di queste tue ultime delizie!!! il palato reclama... :-)

Artemisia Comina ha detto...

ciao, la frenk!

paperina ha detto...

meraviglia.. se non mettessi il rum.. che cosa consigli' lo vorrei analcoolico est possible?
vorrei avere il tuo tempo e la tua pazienza appassionata di novità fantastiche
braverrima!!!
paperina

Artemisia Comina ha detto...

ciao paperottola, un caro saluto accademico! niente rum, e tanti saluti! (secondo me, è buono lo stesso).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...