sabato 16 maggio 2009

Frappè di banana, kiwi, composta di mandarini, acqua di rose.






Artemisia si sta ficcando in testa che i frullati sono cocktail: un po’ di questo, un po’ di quello, un tocco finale. Inoltre sta imparando a conoscere il contributo dolce e vellutato, con il rischio dello stucchevole, della banana, che se contenuto è impagabile, e quello asprigno del kiwi, che se eccede è imbevibile, ma può essere retrogusto amaro seducente.



Allora: una dolce banana e un aspro kiwi sono congiunzione perfetta, cui aggiungere 100g di composta di mandarini (a partire da 10 mandarini sbucciati, cotti per 10’ con 100g di zucchero e passati al passaverdure; se ne userà una parte) e un cucchiaio di acqua di rose.

***



L'immagine da ee.bilkent.edu.tr

Hunters riding
Siyah Qalem school.
From the Sarai Albums.
Herat (?), end of 15th century.

Miniature magnifiche, con influenze cinesi.

2 commenti:

a.o. ha detto...

agro-dolce: sintesi di tutte le cose.

Artemisia Comina ha detto...

sì, a.o. :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...