lunedì 26 settembre 2016

Coppette di mele e sciroppo d'acero






Da Isolina, detta Brassica Illirica

Dopo mesi un nuovo piccolo bouquet. Amica in arrivo, mica potevo farne a meno? Il cavaliere, provato ma non vinto prepara buonezze. Voglio un dolce e arrivo a una combinazione irresistibile dopo meditazioni. Fare un dessert senza zucchero o quasi, senza grassi, senza uova, facile e rapido. Pensa e ripensa.

Mele sbucciate e tagliate in otto spicchi, dentro contenitore di pirex con chiodi di garofano e molte foglie di limoncina (lippia citriodora). Nel MO per 4 minuti.

Ho tolto chiodi e foglioline, e frullato non a morte.

Quindi sbriciolai dei biscotti e li aggiunsi alla pappata per dare una certa consistenza, e pochissima gelatina, ma veramente un'ombra. I biscotti erano ai cereali, ma qui la scelta è ampia, anzi amplissima.
 
Ho versato nei bicchieri e messo in frigo per diverse ore.

Prima di mettere in tavola, leggero velo di sciroppo d'acero.

La semplicità che arriva alla vera bontà.



***
Aggiornamento novembre 2016

Nel menu di  Novembre 2016. Piccolo pranzo, grandi vini. Con una ricetta di grano condito

 

2 commenti:

la belle auberge ha detto...

Ciao, Isolina. Spero che le difficolta' incontrate nell'ultimo periodo lascino il posto ad una lunga pausa di serenità'. Per quanto riguarda questi dessert leggeri e senza fronzoli, ti suggerisco un paio di cose che ho inventato un po' casualmente memore delle colazioni gustate durante due soggiorni, rispettivamente nella Svizzera francese e in Svezia, giocando ad assemblare quanto offriva la tavola del buffet. Il primo, semplicissimo: composta di mele con un ciuffetto di yogurt greco 0% grassi. Mele Golden, tagliate a cubetti e cotte con poca acqua fino a ridurle in una purea densa con il frullatore ad immersione. Versata la purea in piccoli vasetti di vetro (dello yogurt) e fatta raffreddare in frigo. Si guarnisce con un mini ciuffo di yogurt e, volendo, una spolverata di cannella. La seconda idea, il buon vecchio porridge, servito in ciotoline con la solita ma indovinata spolverata di cannella, un mestolino di composta di frutti rossi (cuocere per qualche minuto: lamponi, mirtilli neri e rossi (lingonberry), ribes, con succo di limone e poco zucchero di canna o miele) e semi di girasole, zucca, lino.
Fammi sapere il tuo pensiero, se li proverai.
Ti abbraccio
Eugenia

isolina ha detto...

Grazie mille Eugenia, ogni suggerimento serve!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...