sabato 8 marzo 2014

Intingolo di cavolfiore e ceci con polpettine di ricotta


Di Isolina

Ispirato all'India, ma non potevo chiamarlo curry…

Polpette: ricotta di pecora e pane ammollato e strizzato, parmigiano, pinoli leggermente tostati, macis e anchor, due uova. Ho ben lavorato e ho formato palline che ho passato nel pangrattato; le ho messe in frigo a rassodarsi. Poi le ho ruzzolate in pochissimo olio d'oliva, le ho sistemate su teglia coperta da carta e via in forno, voltando una volta durante la cottura. Circa 30'.

Il cavolfiore, diviso in cimette sbollentate, l'ho sistemato in grande teglia dove potesse stare  in un solo strato affollato; poi l'ho cotto al forno ben condito con olio d'oliva, sale, piment d'espelette e curcuma. Forno ventilato a 200° per 40', in modo da avere degli orletti quasi bruciacchiati, come dovevasi.

In un capace tegame tipo wok ho fatto rosolare cinque o sei giovani cipollotti tagliati a spesse rondelle e ho aggiunto una buona dose di pomodori secchi sott'olio tagliati a metà, un mezzo bicchiere di latte di cocco e dei ceci (fait maison, ammollati e cotti, lungo processo ma quanto meglio).

Bella rimescolata e a suo tempo ho messo il cavolfiore, una grande spruzzata di succo di lime e le polpette che erano state tenute al caldo in forno.

Ho assemblato il tutto nel gran padellone e ho servito proponendo del peperoncino che veramente ci voleva. Non avevo speziato perché ad alcuni il piccante spinto non piace. Bel colore, allegro e veramente alquanto indiano.



2 commenti:

artemisia comina ha detto...

E se a chi non vuole spezie tu servissi una bella mozzarella? ;)

isolina ha detto...

È un'idea, però basta non pesare con il piccante

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...