lunedì 24 ottobre 2011

Una pastella per le fritture con fecola di mais e birra



Da Artemisia, una pastella suggerita da Laura Ravaioli, nume dei cuochi dilettanti.

150g di farina00, 150g di fecola di mais, 100g di birra chiara, tanta acqua ghiacciata quanta ne occorre per sciogliere le farine fino ad ottenere una pastella fluida.

Setacciare le farine prima di usarle, usare le dita che insinuandosi e disfando nodi acconciano e saggiano a puntino la pastella, che deve essere cremosa e fluida.

Per esempio, per il fritto di paranza.


 Oppure, per il fritto di sarde e limoni.

6 commenti:

MarinaV ha detto...

Che fecola, Arte'?
Patate, mais, frumento?

colombina ha detto...

Grazie!!! Segno e uso. Un bacione!!!

giovanni uno storico in cucina ha detto...

gazie, me la segno.. :-))
e grazie sempre a Laura Ravaioli..

Puddin ha detto...

segnato e sognato cosa mettere....

Grazia ha detto...

avevo comprato sabato dei carciofi belli e teneri, i primi spinosi: li ho fritti con questa pastella buonissima e ti devo ringraziare per la dritta. Questa diventerà la mia pastella: è perfetta! Baci

artemisia comina ha detto...

queste sono soddisfazioni, Grazia!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...