sabato 25 dicembre 2010

PRANZO DI NATALE



Pensi che potremo assaggiare?

Mio caro, è in discussione che noi si possa parlare, altro che mangiare.

Però stiamo parlando.

Pare che sia l'unica occasione. Sembra che fossimo previsti solo per fare numero ai bordi, e solo per via della coda, che ci voleva qualche pennacchio.

Ihihihihihih non è che hai un granché di muso, non sei mica da primo piano.

Troppo facile replicare, caro Occhi Fuori della Testa. Ma piuttosto, non senti l'odore di nocciole?

Questa è una torta di nocciole alla piemontese. Ma c'è anche una crostata di cassis alla borgognona, e del goulash alla paprica alla moda di Malà Strana, del budino di Damasco, delle melanzane di Iznic...

Quello è un babà di Strasburgo, lì ci sono i sosamelli della Sapienza del convento di Santa Maria della Sapienza di Sorrento, i torroncini di Alvito, la zuppa di gamberi di fiume di Arpino, le pizze fritte, i mostaccioli, la minestra di gobbi di Pescasseroli, la terrina di salmone e porri e di Copenaghen, le tartellette con le acciughe aromatiche col sale di Aigues Mortes, la mousse di pecorino di Montecompatri, le gougeres dello chateau di Cormatin, l'insalata di noci e parmigiano, i timballi di broccolo romano, il riso all'iraniana, la sopa coada...

Ao', piglia fiato!

+++++

Chi volesse capirci qualcosa, veda qui.

1 commento:

isolina ha detto...

Quante belle cose quelle creature. Quanto bei nomi... Vorrei nasconderni tra le fronde

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...