venerdì 27 maggio 2011

PROFUMI, PROFUMI...










E' arrivato il caldo, che non amo, ma i profumi dell'intorno sono forse al loro massimo. A volte mi sento come un cane da punta... , no un gatto che mi piace di più, quando annusa annusa e non si sa che cosa.

Le rose in esuberanza, quasi tutte profumate (se non profumano...) ma, tra tutte, la Félicité Parmentier (chiara) e Fantin Latour (più rosata).
Il gelsomino officinale così modesto e intenso, gli agrumi che quasi danno alla testa (qui il cedro), lo spavaldo finocchietto selvatico che tra poco si svestirà per diventare arbusto e fiorire, le incredibilmente fragranti fragoline selvatiche, il tiglio che fra poco, prepotente, tutti gli altri sentori si inghiottirà, la clematis armandii che, cosa mai vista prima, fiorisce ancora e grazia del suo intenso profumo che, quasi, fa dimenticare il più discreto vicino glicine alla sua seconda fioritura.
E adesso tutte le più modeste piante aromatiche saranno gelose...

1 commento:

Anonimo ha detto...

Continuo prenotare con altri amici felini della prossima vita un posto al sole sotto qualche arbusto o pianta là da te...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...