mercoledì 7 febbraio 2007

AVANZI

Mi muove il desiderio di proporre un principio: l'avanzo va rispettato.

Vengono in mente quegli accorgimenti che si affannano a camuffarne la verità, affettando, triturando, rotolando in pastelle, friggendo, innaffiando di liquidi e creme....

No.

L'avanzo deve restare nudo, sincero.

Solo in questo modo potrà dare vita alle sue tre anime.



AVANZI MAPPATELLA: seguendo una tradizione nobile, alla fine del pasto i commensali portano con sè una mappatella, arrangiata o tecnologica che sia.
Da un pezzo ho nell'armadio una riposta serie di impilate vaschette di alluminio, in attesa di partire con gli ospiti, verso veri o supposti bambini rimasti a casa, per portare loro un pezzetto di torta, una fetta di pasticcio, un po' di flan... sorprese, commenti, assaggi si moltiplicano, come anelli d'acqua intorno a un sasso caduto.



AVANZI STREGATI: giovanni senza paura che va in cerca di guai, la principessa che ha consumato in viaggio sette paia di scarpe di ferro, sette verghe da pellegrino, sette fiasche per l'acqua alla ricerca del principe perduto, il più giovane dei tre figli di re che va per il mondo, in gara con i fratelli, alla ricerca dell'oggetto meraviglioso, il mercante che per mari sconosciuti e sabbiosi deserti trasporta le sue stoffe inseguito dai briganti e dall'uccello rok, tutti, prima o poi, incontreranno il palazzo stregato.
Saliranno una scala di marmo, spingeranno una grande porta che docile si aprirà, penetreranno in rilucenti sale deserte, e infine troveranno una tavola imbandita servita da mani invisibili; si siederanno, berranno, mangeranno. Solo poi succederà quello che deve succedere.
Che felicità, quando il giorno dopo ci sediamo a tavola, e il bell'avanzo viene verso di noi, cucinato, ammannito, profumato, senza che nessuno sforzo apparente l'abbia prodotto; quant'è buono, ma da dove piove, ce n'è ancora un po'...



AVANZI MONEZZA: uffa, basta, arieccolo, ma che faccia brutta, fammi sentire un po' l'odore, cos'è quest'unticcio, senti che puzzetta, senti che morbin...non mi pare che valga la pena, quasi quasi... ma sì, per una volta, siamo coraggiosi, siamo sinceri, scaraventiamo.

Contributo al Glossario AAA, di Artemisia Comina

I disegni sono di Arte'

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...